BRAVO BRAVE accanto a Stripe Climate per combattere il cambiamento climatico

bravo brave per stripe climate
Elisa Sorbini
Elisa Sorbini
Fondatrice di Bravo Brave, professante Zero Waste, mamma.

Ogni acquisto aiuta l’ambiente: scegliendo di pagare all’interno del nostro shop con carta di credito destineremo l’1% del tuo acquisto alla rimozione della CO₂ dell’atmosfera.

Grazie all’accordo tra il nostro shop e la piattaforma di pagamento Stripe da oggi tutte le persone che acquisteranno sul nostro sito scegliendodi pagare con carta di credito (che utilizza idi default iircuito di pagamento Stipe) contribuiranno alla salvaguardia del pianeta con un semplice click.

Cosa è Stripe Climate?

Stripe Climate è l’iniziativa green lanciata recentemente da Stripe su scala mondiale è volta a ridurre i costi e aumentare il volume delle nuove tecnologie di rimozione del carbonio, fondamentale per contrastare il cambiamento climatico.

Perchè abbiamo deciso di aderire a Stripe Climate?

Il nostro motto è “Il cabiamento è sostenibile”, e noi ci crediamo davvero, per questo sosteniamo in tutti i modi e con tutti i mezzi a nostra disposizione le iniziative che possano invertire la rotta verso un mondo più lento e sostenibile.

Abbiamo deciso di aderire all’iniziativa Stripe Climate per dare un contributo alla tutela dell’ambiente attraverso un’azione concreta.

Infatti, questa iniziativa ci permetterà di devolvere una piccola percentuale del valore di ogni acquisto per finanziare progetti a favore della riduzione delle emissioni di CO2 nell’ambiente.

Perchè finanziare la rimozione del carbonio

La rimozione del carbonio è fondamentale per contrastare i cambiamenti climatici, ma non dimentichiamo che un obiettivo altrettanto importante è la sua riduzione e conseguente azzeramento, che è una azione intrinsecamente legata alle nostre scelte quotidiane.

Per evitare gli effetti più catastrofici dei cambiamenti climatici, dobbiamo mirare a limitare l’aumento medio globale della temperatura a 1,5 °C in più rispetto ai livelli preindustriali, obiettivo che corrisponde a una riduzione delle emissioni globali di CO₂ da 40 miliardi di tonnellate annue del 2018 allo 0 netto entro il 2050.

Per giungere a questo obiettivo, il mondo dovrà ridurre radicalmente le nuove emissioni e, al tempo stesso, rimuovere il carbonio già presente nell’atmosfera.

In che modo è possibile ridurre il carbonio presente nella biosfera?

Attraverso due grandi categorie di stoccaggio del carbonio :

  1. Stoccaggio del carbonio nella biosfera: questi progetti includono la piantumazione di alberi o la modifica delle pratiche agricole per immagazzinare più carbonio nel suolo. Questi progetti sono relativamente meno costosi e beneficiano di una scala immediata (possiamo piantare alberi oggi), ma hanno una permanenza più breve a lungo termine poiché gli alberi possono essere facilmente bruciati e lo stoccaggio del carbonio nel suolo può essere di breve durata. È improbabile che queste soluzioni da sole possano sostenere 6-15 gigatonnellate di rimozione annuale di CO2.
  2. Stoccaggio del carbonio  al di fuori della biosfera: i progetti di questa categoria sono nuove tecnologie di rimozione del carbonio in grado di funzionare a basso costo e di intervenire su volumi elevati entro il 2050, anche se ancora non sono del tutto pronte. Queste tecnologie immagazzinano per migliaia di anni il carbonio in luoghi al di fuori dalle piante e del suolo.

4 progetti tecnologicamente all’ avanguardia supportati tramite Stripe Climate

  1. Climeworks utilizza energia geotermica rinnovabile e calore di scarto per catturare CO₂ direttamente dall’aria, condensarla e sequestrarla in modo permanente nel sottosuolo in formazioni rocciose basaltiche con Carbfix. Sebbene questo approccio non sia ancora diffuso, è permanente, facile da misurare e la sua capacità è in teoria quasi illimitata.
  2. CarbonCure inietta la CO₂ nel calcestruzzo fresco, dove si mineralizza e resta incorporata in modo permanente, migliorando la resistenza alla compressione del calcestruzzo. Attualmente viene utilizzata CO₂ di scarto, ma si tratta di una piattaforma tecnologica promettente per lo stoccaggio permanente della CO₂, una componente fondamentale dei futuri sistemi di rimozione del carbonio.
  3. Project Vesta cattura CO₂ impiegando un minerale che abbonda in natura, l’olivina. Le onde dell’oceano frantumano l’olivina, aumentandone la superficie. Quando l’olivina si rompe, cattura dall’oceano la CO₂ presente nell’atmosfera e la stabilizza come calcare sul fondo del mare.
  4. Charm Industrial ha ideato un processo innovativo per la preparazione e l’iniezione di bio-olio nei depositi geologici. Tale bio-olio viene prodotto dalle biomasse e mantiene gran parte del carbonio catturato naturalmente dalle piante. Iniettandolo in un deposito geologico sicuro, Charm Industrial rende permanente la cattura e il sequestro del carbonio.

Lascia un commento
0
    0
    Il tuo Carrello
    Il tuo Carrello è vuoto
      Calculate Shipping