Rifiuta, Riduci, Riutilizza, Ricicla: Lo Zero Waste nella pratica

zero waste jars
Elisa Sorbini
Elisa Sorbini
Fondatrice di Bravo Brave, professante Zero Waste, mamma.

I rifiuti sono uno dei maggiori problemi ambientali del nostro tempo e la loro gestione rappresenta una sfida costante per ogni città grande o piccola che sia. La filosofia Zero Waste parte da questo presupposto e sposta la responsabilità e di conseguenza il potere di gestione di questa situazione dal sistema delegato (dal Comune al Ministero dell’Ambiente oppure la gestione da parte di società private) all’azione pratica di ciascun individuo.

Siamo noi quindi che possiamo e dobbiamo fare qualcosa per agire praticamente su questa situazione cambiando le nostre abitudini e tentare di ridurre al minimo i nostri rifiuti.

Faccio la raccolta differenziata seguendo tutte le regole, ma mi sono accorta che non basta.

Dividere correttamente l’enorme quantità di spazzatura che ogni sera gettiamo nei vari cassonetti ( della plastica, vetro, organico, carta) non significa ridurla, ma solo dividerla per categoria.

Cosa significa Zero Waste

Zero Waste : Zero sprechi e Zero rifiuti, è uno stile di vita che punta a eliminare i rifiuti in discarica e minimizzare i rifiuti che possono essere riciclati.

Non occorre focalizzarsi sullo zero ma fare del proprio meglio per ridurre tendendo il più possibile a questa fatidica cifra.

Ci sono diversi approcci allo zero waste e sono convinta che ogni persona e ogni famiglia dovrebbe trovare il suo.

La filosofia zero rifiuti: le 4 R

  1. Rifiuta: prima di acquistare un prodotto chiediti se è veramente necessario e se ne puoi fare a meno
  2. Riduci: acquista meno quantità di prodotti inquinanti
  3. Riutilizza: tutto può essere recuperato, pensa creativo!
  4. Ricicla: Dai la possibilità ai tuoi rifiuti di trasformarsi in nuovi prodotti

Lo Zero Waste nella pratica di tutti i giorni

Partire dal passo più semplice è la strategia vincente nel lungo periodo perché offre il tempo di assimilare il cambiamento, i vantaggi delle azioni messe in pratica e permette anche a chi ti sta vicino di comprendere il significato e condividerne le azioni. Ecco alcuni piccoli esempi per cominciare ad integrare uno stile di vita Zero Waste nelle pratiche di tutti i giorni.

  1. Rifiutare l’acqua in bottiglia, utilizzando borracce o brocche in vetro riempite di acqua del rubinetto (l’acqua del rubinetto è potabile ed economica)
  2. Comprare sfuso, evitando gli imballi in plastica e senza l’utilizzo di buste usa e getta. Utilizzando barattoli di vetro riciclati o sacchetti di stoffa (per esempio ricavati da vecchie federe)
  3. Usare saponi solidi in bagno (anche il dentifricio, shampoo, detergente, balsamo)
  4. Rifiutare la plastica usa e getta, in tutte le occasioni come la cannuccia, le posate ed il bicchiere in plastica, portandoti sempre dietro questi piccoli oggetti realizzati con materiali sostenibili resistenti e riutilizzabili come bamboo e acciaio.

Invertire la rotta per non sprofondare in un mare di rifiuti

Due dati importanti che ci riguardano da vicino.

  1. Nel 2018 la media nazionale di rifiuti pro capite per ciascun italiano è di circa 500 kg di spazzatura, e questo trend è in continua crescita.
  2. Nel mare mediterraneo le microplastiche arrivano fino a 10 kg per km quadrato. Le microplastiche sono piccoli pezzettini di plastica che derivano dalla plastica presente negli oggetti di uso quotidiano, come oggetti usa e getta, cosmesi, vestiti ecc… Mentre noi compriamo verdura imballata singolarmente, beviamo acqua in bottiglia in plastica, le plastiche e microplastiche invadono il nostro mare, per centinaio anni, creando disastri ambientali di portata inimmaginabile.

Acquistare Zero Waste

Come abbiamo visto della gerarchia delle 4 R si arriva all’acquisto di un nuovo prodotto solo dopo che tutte le altre eventualità sono state scartate per un valido motivo. Per questo motivo viene definito un acquisto consapevole.

Acquistare è uguale a votare: comprare un prodotto significa dire a chi produce che gli stai dando fiducia e di continuare a farlo. Pensa bene a chi dare il tuo voto!

Ogni gesto fa la differenza e da un esempio anche per gli altri. Bisogna tener conto che per ogni acquisto non esiste solo il valore di scambio (produci-vendi-acquista) o il valore d’uso (mangia-bevi-consuma) ma c’è anche il valore di relazione, ovvero il confronto sincero tra le persone che alimenta il cambiamento collettivo.

Lascia un commento
0
    0
    Il tuo Carrello
    Il tuo Carrello è vuoto
      Calculate Shipping