Minimalismo come stile di vita: dai valore a te stesso

minimalism cabin wood
Elisa Sorbini
Elisa Sorbini
Fondatrice di Bravo Brave, professante Zero Waste, mamma.

Vorrei che l’ambiente in cui vivo assomigliasse molto di più agli spazi mentali che cerco di creare quando devo fare qualcosa di bello o creativo.

L’ anima del minimalismo si è espressa nell’ arte, in tutte le sue declinazioni, fino a diventare una vera filosofia di vita. Con questo concetto si intende rimuovere il superfluo e focalizzare l’attenzione su ciò che conta: dedizione all’essenziale.

Lasciare posto a cose che soddisfino bisogni reali.

Viviamo in una Società Liquida, come direbbe Baumann, dove l’ attaccamento alle cose materiali in qualche modo ci rende schiavi.

Perdiamo tempo inutilmente a causa di superflue faccende da sbrigare, così non riusciamo a impiegare le nostre risorse in ciò che ci rende felici e liberi di esprimere l’ IO autentico. I minimalisti invitano a svuotare cassetti e armadi, eliminando tutto quello che non serve, e a destrutturare le pretese che la società ha su di noi.

Il valore degli oggetti

Se vuoi creare qualcosa di bello, devi solo fare ciò che serve, nient’altro.

A volte ci affezioniamo alle cose, per questo evitiamo di buttarle. Magari sono legate a ricordi importanti per noi. Tuttavia, i minimalisti ci fanno capire che i ricordi sono nelle persone, non nelle cose. Occorre cominciare a dare importanza a noi stessi e non a ciò che possediamo.

Quali sono i benefici del minimalismo?

Il minimalismo come stile di vita aiuta a riscoprire ciò che davvero conta, offrendoci una sana riflessione sui nostri obiettivi e su quello che veramente ci fa star bene, per di più è un aiuto concreto alla concentrazione, all‘immaginazione e crea serenità.

Quando ero all’università il mio professore mi disse che era fondamentale studiare in una stanza ordinata e possibilmente con poche cose, senza distrazioni alla portata di mano. Aveva pienamente ragione! la concentrazione aumenta ed anche la soglia di attenzione diventa più lunga.

Ciascuno di noi, a seconda delle proprie priorità, può trovare la sua declinazione del minimalismo come stile di vita.

Inizia a vivere Minimal, come ?

Poco ma buono. Essenziale ma efficace. Ridotto ma utile. Piccolo ma estremamente versatile


Il punto d partenza è quello che già sei e già hai.

  • Fai un elenco (a mente senza vagare per la casa a controllare tutti gli oggetti che possiedi) dagli oggetti che usi almeno una volta a settimana, ovvero quelli di cui hai veramente bisogno e utilizzi.
  • Prosegui con l’elenco di cose che usi almeno una volta al mese, poi individua gli oggetti che ti servono una volta all’anno fino ad arrivare agli oggetti acquistati e accantonati dopo il primo utilizzo o senza averli affatto utilizzati: quelli che stanno lì per una brama di possesso, status quo oppure per semplice noncuranza o indecisione.
  • Nella casa la semplicità e l’ordine deve essere il fattore dominante: essere sistematici nell’ordine dove tutto quello che è necessario è a portata di mano, riposto secondo le proprie necessità.
  • Possiedi cose che ti sono davvero necessarie, nell’ottica del minimalismo non vuol dire accontentarsi, ma al contrario dare valore alle cose, evitando di circondarti di cose inutili, impegni che ti fanno solo perdere tempo, pensieri negativi.
  • Fai una lista delle cose che possiedi che hanno un alto valore economico, poi una lista delle cose che ti rendono più felice. quante cose hanno in comune le due liste?

Ecco, iniziare con queste riflessioni/azioni credo che sia il primo passo per comprendere le basi del minimalismo nella vita di tutti i giorni.

Lascia un commento
0
    0
    Il tuo Carrello
    Il tuo Carrello è vuoto
      Calculate Shipping